Malattia interstiziale polmonare: quando chiarire un sospetto clinico

Per il Corso sono previsti 3 crediti E.C.M.

 

30 Gennaio 2020


LARC VIA MOMBARCARO 80, TORINO

Per ottenere i crediti occorre apporre sul registro presenze la propria firma, all’inizio ed al termine dell’evento e riconsegnare, firmati e completati in ogni loro parte, i questionari di valutazione di apprendimento.

  • La partecipazione alla conferenza è gratuita ma soggetta a riconferma da parte della Segreteria Organizzativa. Posti disponibili: 70.
    Compilando la scheda di iscrizione, che potete scaricare cliccando sull’icona al fondo di questo articolo, o iscrivendosi online tramite il form alla vostra destra, vi verrà inviata la conferma di partecipazione, tramite email, entro 5 giorni dal ricevimento della richiesta.
    Si prega di avvisare la segreteria organizzativa nel caso in cui, ad iscrizione effettuata, foste impossibilitati a partecipare.

Corso accreditato per :

Medici Specialisti in:

  • MMG Medicina Generale (medico di famiglia)
  • Allergologia e immunologia clinica
  • Cardiologia
  • Geriatria
  • Malattie dell’Apparato Respiratorio
  • Medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro
  • Medicina interna
  • Medicina legale
  • Oncologia
  • Otorinolaringoiatria
  • Patologia clinica (laboratorio di analisi cliniche)
  • Radiodiagnostica
  • Reumatologia
  • Biologo
  • Fisioterapista
  • Tecnico sanitario laboratorio biomedico
  • Tecnico sanitario di radiologia medica

Malattia interstiziale polmonare: quando chiarire un sospetto clinico.

Le patologie diffuse dell’interstizio polmonare comprendono un lungo elenco (all’incirca 100 diverse entità) di cui peraltro il 90% è riconducibile a poche patologie: tra queste la fibrosi interstiziale idiopatica (UIP), sarcoidosi, tecnopatie quali silicosi e asbestosi,polmonite criptogenetica organizzata (COOP) e polmoniti da ipersensibilità.
La diagnosi è spesso difficile per la sintomatologia aspecifica (dispnea, tosse) e sovrapponibile a quella delle più frequenti patologie ostruttive. Nell’iter diagnostico il medico di base potrà avvalersi sia dello pneumologo (spesso con successiva valutazione spirometrica) sia del radiologo.
L’esame radiologico “tradizionale” è quasi sempre quello di prima esecuzione ma nello specifico sospetto di patologia interstiziale necessita di approfondimento con TC ad alta risoluzione, attualmente la metodica di maggior efficacia della diagnostica per immagini.

PROGRAMMA

Ore 19.15 APERITIVO
Ore 19.45 REGISTRAZIONE PARTECIPANTI
Ore 19.50 SALUTO DI BENVENUTO
Ore 20.00 La classificazione delle interstiziopatie e l’utilizzo del supporto radiologico: quando, quale, come 
Dr. Aldo Cataldi, Specialista in Radiodiagnostica –  Direttore Tecnico Diagnostica per Immagini LARC Spa MOMBARCARO
Ore 21.00 La valutazione fisiopatologica e gli indirizzi di base nel trattamento
Dr. Ettore Gallo, Specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio – Consulente LARC
Ore 22.00  Dal sospetto clinico alla successiva continuità assistenziale del malato affetto da interstiziopatia polmonare
Dr. Marco Gaddi, Medico di Medicina Generale, Animatore dell’evento
Ore 22.30 TAVOLA ROTONDA E DISCUSSIONE FINALE
Ore 23.00 CHIUSURA DEI LAVORI E PROVE DI VALUTAZIONE DI APPRENDIMENTO