SLIDER – Piscina Riscaldata

Con idrokinesiterapia si intende la fisioterapia praticata in piscina, che sfrutta i vantaggi che l’acqua offre: più facilità di movimento grazie allo scarico del peso corporeo (ridotto del 90%) e un’azione antidolorifica e decontratturante.

Ha sede presso LARC MOMBARCARO il centro di fisiokinesiterapia con piscina riscaldata per le terapie in acqua.
Al piano terra della struttura di Via Mombarcaro 80 è disponibile un ampio e moderno centro di riabilitazione per terapie manuali e strumentali in palestra, piscina e box.

Fiore all’occhiello dell’offerta LARC è il servizio di idrokinesiterapia, la fisioterapia in acqua svolta in una piscina apposita con zone di diversa profondità e temperatura (dai 25° ai 32° C). La fisioterapia praticata in piscina sfrutta i numerosi vantaggi dell’acqua riscaldata: per il paziente, maggiore facilità di movimento grazie allo scarico del peso corporeo (ridotto del 90%) e un’azione antidolorifica e decontratturante.

Tutte le patologie possono trarre giovamento dall’idrokinesiterapia: ortopediche, reumatologiche e neurologiche. In particolare, l’idrokinesiterapia è indicata per il trattamento di patologie vertebrali e articolari, in caso di patologie infiammatorie ma anche in seguito a interventi chirurgici dovuti a fratture, impianto di protesi o ricostruzione dei legamenti. A seconda delle necessità, possono essere svolte terapie assistite (con l’intervento del fisioterapista in acqua) o terapie guidate, individuali o di gruppo, nelle quali il paziente è supervisionato dal fisioterapista da bordo piscina. Per il massimo dell’efficacia, è indispensabile che le terapie in acqua siano associate a quelle “a secco”, in palestra o sul lettino.

Non è necessario saper nuotare: gli esercizi si svolgono con l’acqua all’altezza del torace del paziente. A seconda delle necessità, possono essere svolte terapie assistite (con l’intervento del fisioterapista in acqua) o terapie guidate, individuali o di gruppo, nelle quali il paziente è supervisionato dal fisioterapista da bordo piscina.

Per il massimo dell’efficacia, è indispensabile che le terapie in acqua siano associate a quelle “a secco”, in palestra o sul lettino. Nell’approccio terapeutico LARC, il Fisiatra studia insieme al terapista il percorso riabilitativo più adatto alla situazione clinica del paziente, combinando idrokinesiterapia, palestra riabilitativa e terapie strumentali per un recupero rapido e completo.