Fisioterapia in acqua

La Fisioterapia in acqua sfrutta i benefici di questo elemento per percorsi riabilitativi efficaci e per mantenere e sviluppare la propria forma fisica.

Il centro di Via Mombarcaro 80 è dotato di una moderna piscina riabilitativa per la Fisioterapia in acqua, con zone a diversa profondità e temperatura (30°- 34° C). La temperatura è infatti uno strumento terapeutico per migliorare i movimenti muscolari, ridurre il dolore, attivare i processi di recupero.

Idrokinesiterapia: la Fisioterapia in acqua

La Fisioterapia praticata in piscina sfrutta i vantaggi che l’acqua offre: più facilità di movimento grazie allo scarico del peso corporeo (ridotto del 90%) e un’azione antidolorifica e decontratturante. Tutte le patologie possono trarre giovamento dalla Fisioterapia in acqua: ortopediche, reumatologiche e neurologiche.

Quando è indicata

In particolare è indicata per il trattamento di patologie vertebrali e articolari, in caso di patologie infiammatorie ma anche in seguito a interventi chirurgici dovuti a fratture, impianto di protesi o ricostruzione dei legamenti.

fisioterapia in acqua anziano
Occorre saper nuotare?

Non è necessario saper nuotare: gli esercizi si svolgono con l’acqua all’altezza del torace del paziente. A seconda delle necessità, possono essere svolte terapie assistite (con l’intervento del fisioterapista in acqua) o terapie guidate, individuali o di gruppo. Per il massimo dell’efficacia, è indispensabile che le terapie in acqua siano associate a quelle “a secco”, in palestra o sul lettino.

Approccio terapeutico

Nell’approccio terapeutico LARC, il Fisiatra studia insieme al terapista il percorso riabilitativo più adatto alla situazione clinica del paziente, combinando idrokinesiterapia, palestra riabilitativa e terapie strumentali per un recupero rapido e completo.

Gravidanza? La Fisioterapia in acqua è indicata!

Anche in gravidanza è possibile sfruttare tutti i benefici dell’acqua per risolvere dolori e problematiche tipiche di questo periodo.

Tramite le terapie proposte, si possono effettuare movimenti in sicurezza e libertà, senza sovraccaricare le strutture articolari o muscolari (messe invece a dura prova durante gli esercizi “a secco” in palestra) e il mantenimento della postura durante tutta la giornata.

Con la fisioterapia in acqua è possibile:

  • trattare i dolori alla zona lombare e sindromi dolorose del nervo sciatico
  • lavorare sulla prevenzione dei dolori
  • rilassare e rinforzare la muscolatura
  • correggere le alterazioni posturali dovute ai cambiamenti fisiologici che avvengono al corpo durante la gravidanza

Per questi motivi la fisioterapia in acqua per la gravidanza è un’attività sicura e inoltre i trattamenti sono svolti sempre previa autorizzazione del Ginecologo di fiducia della gestante, che viene seguita in vasca da fisioterapiste qualificate per guidarla e impostare il trattamento.

ACCESSO AGLI ACCOMPAGNATORI DEI PAZIENTI

Dal 15 ottobre 2021 si comunica che l’accesso è consentito agli accompagnatori
strettamente necessari (disabili, anziani, minori, donne in gravidanza) previa verifica di validità della Certificazione Verde (Green Pass).

Norme di comportamento per accedere presso le sedi del Gruppo LARC:

  • In caso di febbre superiore a 37.5°, tosse secca, difficoltà respiratoria acuta, rinite, mal di gola, dolore muscolare/spossatezza, nausea/vomito/diarrea, alterazione di olfatto/gusto non accedere alla sede, ricontattarci telefonicamente per spostare l’appuntamento
  • Arrivare all’appuntamento con 15 minuti di anticipo
  • Presentarsi senza accompagnatori, se non strettamente necessario (disabili, minori e gravidanza)
  • Se possibile scaricare da questo link il questionario di pre-triage; il questionario dovrà essere compilato in ogni sua parte e consegnato il giorno dell'esame, all'ingresso della sede, dove verrà comunque rilevata, come da Normative sopra citate, la temperatura corporea con termometro a distanza
  • Indossare correttamente la mascherina di protezione