DENSITOMETRIA OSSEA DEXA

La Densitometria Ossea DEXA è considerata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità la tecnica in uso più precisa e affidabile per la misurazione della densità ossea e dunque del contenuto di calcio delle ossa misurate.

Rappresenta un importante supporto nella diagnosi dell’osteoporosi, nella valutazione del rischio di frattura e nel monitoraggio della risposta alla terapia.
L’esame, che può essere effettuato a livello della colonna lombare, del femore, del polso o di tutto lo scheletro. Presso il Gruppo LARC sono a disposizione 4 apparecchiature DEXA che utilizzano radiazioni ionizzanti a bassissima dose.

Come funziona la Densitometria Ossea DEXA?

Confrontando la densità minerale ossea del paziente con dei valori di riferimento, la DEXA fornisce due diversi indicatori (T-score e Z-score) con i quali è possibile la diagnosi strumentale di semplice osteopenia (livelli di densità ossea inferiori allo standard normale) o di osteoporosi, la patologia vera e propria. Accertata la presenza della patologia, la DEXA è inoltre utile per valutare la risposta del paziente alla terapia farmacologica: utilizza una dose molto bassa di raggi X, per cui la ripetizione di questo esame non presenta pericoli per la salute. Queste apparecchiature permettono di eseguire anche la Morfometria vertebrale, utile per l’identificazione delle fratture vertebrali anche di grado lieve e asintomatiche.