interventi chirurgici
16 novembre 2015
CHIRURGIA: negli interventi oculistici, la sicurezza al livello più alto

Presso il Gruppo LARC, il medico oculista e l’anestesista rianimatore collaborano per garantire sempre la sicurezza e i risultati migliori degli interventi chirurgici, in regime di day surgery o ambulatoriale.

La chirurgia per la cataratta o piccoli interventi extraoculari infatti possono essere eseguiti, nell’ambito della chirurgia oculistica, in regime ambulatoriale o di day surgery, con grandi vantaggi per il paziente: una riduzione dei tempi di attesa, una bassa incidenza delle complicazioni, un buon recupero fisico e psicologico dovuto al rapido ritorno a casa e anche un’importante riduzione del costo stesso di erogazione della prestazione chirurgica.

Gli interventi chirurgici in regime di day surgery e in regime ambulatoriale sono entrambi sempre eseguiti all’interno di strutture di day surgery; la differenza tra i due consiste unicamente nei tempi, essendo uguali i protocolli che consentono al chirurgo oculista di operare secondo le tecniche più moderne e uguali le misure di sicurezza per il paziente.

Secondo le linee guida della Società di Anestesia e Rianimazione (SIAARTI) e della Società Oftalmologica Italiana (SOI), nelle strutture di day surgery del Gruppo LARC oltre all’oculista, che detiene in prima persona la responsabilità dell’intervento invasivo, è sempre presente un anestesista rianimatore.

Mentre al primo attengono tutte le incombenze oculistiche dei diversi momenti dell’operazione chirurgica, al secondo spetta la completa valutazione anestesiologica preoperatoria. Inoltre l’anestesista cura la somministrazione di farmaci ipnotici, analgesici o anestetici, sovrintende alla somministrazione dei farmaci per la cosiddetta anestesia topica, esegue se necessario l’anestesia loco-regionale, retrobulbare o peribulbare, e stabilisce, se necessaria o se richiesta dal paziente, un’opportuna sedazione o -in casi eccezionali legati alle caratteristiche del paziente- anche un’eventuale anestesia generale.

Il medico anestesista rianimatore, presente in sala operatoria per tutta la durata dell’intervento, avendo a disposizione le attrezzature più adeguate e moderne, è in grado poi di monitorare i parametri cardiorespiratori di base e di prevenirne alterazioni dovute a riflessi, a farmaci o alle stesse condizioni fisiche del paziente. Se accadessero complicazioni importanti, fortunatamente assai rare, il medico anestesista è sempre in grado di intervenire tempestivamente. Alla fine dell’intervento, insieme all’oculista decide poi l’eventuale somministrazione di farmaci postoperatori e verifica che ci siano le condizioni per la dimissione dalla struttura in tutta sicurezza.

Nelle strutture di day surgery LARC vengono sempre garantite le tecniche più moderne, con il massimo della sicurezza ma il minimo disturbo per il paziente.

Per saperne di più sui servizi di Day Surgery del Gruppo LARC: clicca qui.

Per approfondire la chirurgia della cataratta: clicca qui.