gruppolarc_med

La cistoscopia può essere definita come l'endoscopia della vescica urinaria attraverso l'uretra: si tratta infatti di un esame diagnostico che permette l’ispezione visiva delle pareti della vescica e delle basse vie urinarie.

Sono molteplici le indicazioni per l’esecuzione della cistoscopia. Viene largamente impiegata, sia per l'uomo che per la donna, nell’indagine dei tumori della vescica, come esame prechirurgico e in fase post-operatoria per il follow-up dei pazienti. Inoltre nell'uomo le indicazioni più frequenti alla cistoscopia riguardano i disturbi della minzione, come la ritenzione urinaria dovuta a ipertrofia della prostata o stenosi. Nella donna invece, costituiscono indicazione allo svolgimento di questo esame le infezioni frequenti delle vie urinarie e la cistite interstiziale. Anche l’ematuria, cioè la presenza di sangue nelle urine, è comunemente analizzata tramite cistoscopia.

Grazie all'utilizzo del cistoscopio flessibile, si tratta di un esame mini-invasivo e non fastidioso. Si svolge in pochi minuti e non richiede al paziente una particolare preparazione, né il digiuno, né l’assunzione di farmaci.

Per saperne di più, clicca qui.

Dove effettuare questa prestazione: