HOLTER CARDIACO

L’holter o elettrocardiogramma delle 24 ore, consiste in una registrazione elettrocardiografia continua tramite un apparecchio portatile alimentato a batteria, che il paziente indossa per tutta la giornata. Al paziente viene fornito anche un diario in cui annotare alcuni sintomi avvertiti durante la registrazione. Il tracciato viene poi letto su monitor per scoprire la presenza di eventuali aritmie o cardiopatie. È indicato per monitorare l’attività cardiaca in maniera continuativa nel corso di 24 ore. L’esame consente di evidenziare le alterazioni elettriche del ritmo cardiaco e della conduzione degli impulsi nervosi tra atri e ventricoli. Consente, quindi, di individuare disturbi del ritmo e di stabilire un corretto approccio terapeutico (prescrizione di farmaci, applicazione di un pace-maker). La registrazione Holter viene richiesta soprattutto per precisare la natura di disturbi cardiologici: senso di oppressione o dolore toracico, difficoltà respiratorie, palpitazioni o percezione di ritmo cardiaco alterato.

HOLTER PRESSORIO

L’holter pressorio (ABPM) è il monitoraggio pressorio delle 24 ore, un test che ha un ruolo chiave nella gestione dell’ipertensione arteriosa. Esso consente di registrare la pressione arteriosa continuativamente per 24 ore, mediante un piccolo apparecchio fissato in vita con una cintura. Questo tipo di esame è utile nei pazienti che hanno un’ipertensione arteriosa instabile, nei pazienti facilmente emozionabili, nei pazienti ipertesi in terapia farmacologica, nei pazienti che, pur avendo la pressione arteriosa normale, durante il giorno accusano sintomi quali vertigini, vampate, sbandamenti, sudore freddo, ecc... L’ABPM presenta numerosi vantaggi nella pratica clinica rispetto alla misurazione tradizionale, in quanto raccoglie un numero di misurazioni maggiore a quelle ottenute clinicamente o con l’automisurazione, elimina le variazioni pressorie legate al setting ambulatoriale, “effetto camice bianco”, riduce gli errori da parte del medico e fornisce una misura standardizzata, permette la dimostrazione dell’ipertensione notturna e predice in maniera più precisa la morbosità e la mortalità cardiovascolare.

Dove effettuare questa prestazione: