orthosanit
Il plantare ortopedico è utile in tutte quelle situazioni che richiedono una redistribuzione del carico corporeo sull’appoggio del piede. Il suo obiettivo, oltre ad essere correttivo da un punto di vista posturale, è anche quello di alleviare, dove possibile, eventuali processi infiammatori in atto, legati ad una postura scorretta durante la camminata. Il punto di partenza per la realizzazione di un plantare è una visita baropodometrica, al termine della quale, i tecnici saranno in grado di progettare un plantare su misura, con tutte le caratteristiche necessarie per correggere problemi posturali e per alleviare eventuali stati dolorosi. Il plantare ortopedico non viene utilizzato solo nei classici casi del piede piatto o del piede cavo, ma anche in casi più complessi di alterazioni posturali del ginocchio e dell’anca, per ottenere un miglioramento della qualità di vita del paziente. Schiena, ginocchia, anche e collo sono i punti più colpiti da uno scorretto appoggio del piede durante la camminata: spesso alcuni dolori in queste aree sono semplicemente dovuti ad un problema risolvibile con un plantare apposito, realizzato con le giuste tecniche e con i giusti materiali. Una volta che il plantare è stato prodotto è fondamentale abituare gradualmente i propri piedi ed il proprio corpo alla sua presenza, optando per un utilizzo incrementale: 3 o 4 ore il primo giorno, e poi via via più tempo, fino ad arrivare ad utilizzarla sempre. Presso il Gruppo Larc sarà presente, una volta a settimana, un tecnico ortopedico specializzato in ortesi plantari, che, dopo aver sottoposto il paziente ad una visita baropodometrica, darà indicazioni sulla necessità o meno di utilizzare un plantare. Nel caso in cui il plantare fosse necessario, il paziente potrà acquistarlo direttamente attraverso il Gruppo Larc, effettuando i controlli intermedi e ritirando il plantare finito direttamente nella sede preferita.

Dove effettuare questa prestazione: