179062209

La terapia anticoagulante orale (TAO) è una terapia solitamente seguita da pazienti cardiopatici, con protesi valvolari meccaniche, malattie valvolari, fibrillazione atriale, infarti miocardici e pregressi episodi tromboembolici.

Gli anticoagulanti - il COUMADIN 5 mg (warfarin) e il SINTROM 4 mg e 1 mg (acenocumarolo) - servono a ridurre la coagulazione del sangue, ma la terapia deve essere attentamente sorvegliata perché rappresenta un delicato equilibrio tra il rischio di trombosi ed il rischio di emorragie anche gravi.

La dose di anticoagulante orale  non può essere somministrata a dosi indifferenziate a tutti i pazienti né in dosi fisse allo stesso paziente perché ogni persona in diversi momenti necessita di una dose personalizzata di farmaco per raggiungere il livello di coagulazione adeguata.

Per valutare la coagulazione del sangue si effettua l'esame I.N.R, un indice internazionale che calcola il rapporto tra il tempo di coagulazione del paziente e il tempo di coagulazione di un plasma di controllo. Valutando l'INR il medico può rimodulare il dosaggio della terapia, nel caso l'anticoagulazione non sia adeguata. Per questo è importante controllare puntualmente l'INR o anticiparlo nel caso ci si sia dimenticati di assumere la dose giornaliera prescritta.

La visita per il monitoraggio della terapia TAO consiste nella lettura dell'esame PT/INR e rimodulazione della terapia in base ai risultati. Verrà consegnato uno schema con la terapia aggiornata all’ultimo esame del sangue eseguito per valutare la coagulazione e verranno date indicazioni su dieta, abitudini di vita ed interferenze farmacologiche.

 

Dove effettuare questa prestazione: