Presso le sedi del Gruppo LARC è possibile effettuare

l’analisi della CALPROTECTINA nelle feci

utile a valutare se è in atto un’infiammazione del colon.

Infatti in presenza di processi infiammatori a carico dell’intestino, questa proteina viene rilasciata nel lume intestinale e può quindi essere rilevata nelle feci.

Questo esame può quindi facilitare l’individuazione di malattie croniche intestinali?

La calprotectina può facilitare l’individuazione delle malattie croniche intestinali (IBD) grazie alle seguenti caratteristiche: - buona accuratezza diagnosticata documentata in vari studi su ampi gruppi di pazienti - buona sensibilità (93%), cioè la capacità di individuare i casi patologici - buona specificità (96%), cioè la capacità di distinguere i veri casi patologici da casi di apparente malattia.

Può aiutare anche ad individuare casi di Sindrome dell’Intestino Irritabile?

La calprotectina é altrettanto utile nell’individuare casi di sindrome dell’intestino irritabile (IBS) in quanto in queste situazioni cliniche resta inalterata e si mantiene su livelli di normalità.

E se questo esame è positivo, cosa si deve fare?

Queste patologie devono essere sempre seguite da uno Specialista in Gastroenterologia. L’analisi della Calprotectina è uno dei marker che permette di individuare le malattie del colon, ma non è l’unico e non prescinde l’esame obiettivo del medico.

Per questo abbiamo studiato il check up “Cibo e Salute” dedicato a chi ha difficoltà intestinali in genere, per poter fare un primo inquadramento delle patologie gastrointestinali.

Il pacchetto comprende gli esami di laboratorio (sangue e feci) e la visita gastroenterologica.

Per maggiori informazioni chiamaci: 011.03.41.777

Dove effettuare questa prestazione: