polisonnografia per diagnosi disturbi del sonno
31 marzo 2016
POLISONNOGRAFIA PER LA DIAGNOSI DELLA SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE (OSAS)

È la polisonnografia, l’accertamento utile alla diagnosi dei disturbi del sonno, in particolare della Sindrome delle Apnee Ostruttive nel sonno detta OSAS (dall’acronimo inglese “Obstruction Sleep Apnea Syndrome”). Grazie alla registrazione dell’attività elettrica del cervello e della respirazione durante le diverse fasi del sonno, questo esame permette infatti di studiarne la struttura.

La polisonnografia è sempre più richiesta: accanto alle normali esigenze di diagnosi di apnee, diaspnee e per l’indagine del russamento (problema che colpisce il 40-60 % degli adulti in maniera occasionale e addirittura il 25% abitualmente), infatti, oggi può essere prescritta anche per il rinnovo della patente di guida. Secondo le statistiche, chi è soggetto ad apnee notturne ha oltre il doppio di probabilità di essere coinvolto in un incidente stradale rispetto a chi non ne soffre. Nel tentativo di limitare il numero sempre crescente di incidenti stradali, l’Unione Europea con la direttiva numero 85 del 2014 ha introdotto l’OSAS come patologia da considerare in sede di rinnovo della patente. Anche l’Italia si è adeguata e dallo scorso 1° gennaio questa patologia è presente nell’allegato III del Codice della Strada.

IN COSA CONSISTE LA POLISONNOGRAFIA?

In modo simile a quanto avviene per l’Holter, al paziente vengono applicati diversi elettrodi da tenere a casa durante la notte per la registrazione di più parametri clinici nel sonno. Inoltre viene monitorata anche l’attività respiratoria con un saturimetro. Il giorno successivo, il paziente torna al Centro e i dati vengono scaricati dall’apparecchiatura e analizzati.

LA SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE NEL SONNO (OSAS)

L’OSAS è una malattia di interesse multidisciplinare, caratterizzata da episodi di parziale o completa ostruzione delle vie aeree superiori durante il sonno, che portano a una minore saturazione di ossigeno nel sangue. Un’eccessiva sonnolenza diurna, dovuta proprio alla scarsa qualità del riposo notturno, accompagna questa patologia, insieme all’insorgenza di altre problematiche come problemi cerebrovascolari, ipertensione, alterazioni del metabolismo e deficit delle funzioni cognitive che possono pregiudicare quindi anche l’idoneità alla guidà. Soffrono di apnee notturne e disturbi del sonno prevalentemente le persone obese, coloro che hanno una particolare conformazione della laringe e delle vie respiratorie e chi è affetto da specifiche patologie neurologiche.

Vista la complessità e la moltitudine di cause, il trattamento è differenziato e richiede l’intervento di diversi specialisti: per lo più il Medico Pneumologo -per la gestione delle terapie e dei dispositivi di aiuto alla respirazione- e l’Otorinolaringoiatra per la correzione anche con intervento chirurgico delle problematiche.

Presso Gruppo LARC è possibile prenotare la polissonografia nelle sedi di Corso Venezia e Larc Ciriè.

Per info e prenotazioni, tel. 011.0341777 e www.larcservizi.it.